fbpx
Seleziona una pagina

Sharing is caring!

 Lavori nel mondo dello spettacolo ?

Per esempio: hai a che fare con l’affascinante universo teatrale? Oppure presenti, o ti esibisci in serate d’intrattenimento ?
O magari sei una cantante o un musicista!!

Voglio allora condividere con te alcuni punti cruciali che potrebbero essere utili per regolarizzare la tua posizione fiscale o contributiva:

Il primo punto, è che non c è un limite di compensi vero e proprio stabilito, raggiunto il quale sei obbligato ad aprirti una p.iva;
Diciamo che puoi rimanere nell’ambito delle prestazioni occasionali ed emettere delle semplici ricevute ( con ritenuta d’acconto se il committente è sostituto d’imposta, e apposizione bollo per importi maggiori di 77,47 €) fino a quando la tua attività non acquisisce una certa abitualità.
La normativa precedente sulle prestazioni occasionali prevedeva dei limiti quantitativi,
ovvero, 30 giorni al massimo di lavoro per ogni committente, e 5000,00 € di compensi lordi annui percepiti.
Questi riferimenti sono stati spazzati via dal d.lgs 81/2015, il cosiddetto JOBS ACT.
Ora abbiamo un pò di libertà in un più, un margine di compensi e di tempo un pò più ampio per poter decidere
se rimanere nell’ambito delle prestazioni occasionali o aprire una p.iva.
Certo è, che non possiamo discostarci tantissimo, il guardiano della soglia è sempre in agguato.
Se infatti la tua attività inizia ad avere una certa continuità, l’apertura dell p.iva è d’obbligo.

Il secondo punto da prendere in considerazione invece, è l aspetto contributivo, ovvero, il versamento dei contributi all’ ex ENPALS ora confluita all’INPS, sia che stia esercitando in regime di prestazione occasionale oppure con p.iva.

Questi vanno versati da subito, a prescindere dall’ammontare dei compensi, nella misura del 23,81 % a carico del committente e del 9,19 % e a carico del lavoratore.

( Percentuali riferite ad un iscrizione a forme pensionistiche post 31.12.1995)

Superati poi i 47143,00 € va calcolato un contributo aggiuntivo dell’ 1%, mentre superati i 102543,00 € vi è un ulteriore contributo di solidarietà del 5% , ( 2,50 % a carico del lavoratore e 2,50 % del committente).

Questi massimali valgono solo per il 2019, ogni anno l’ inps li aggiorna.

Occhio però, perchè se ti occupi di esibizioni musicali dal vivo in spettacoli, in manifestazioni di intrattenimento o in celebrazioni di tradizioni popolari e folkloristiche e possiedi anche uno solo dei requisiti soggettivi
qui giù indicati, dovrai preoccuparti dell’ aspetto previdenziale solo dopo aver raggiunto i 5000,00 € di compensi lordi annui.
Prima del raggiungimento di tale soglia non devi versar nulla, e le percentuali rimangono le stesse.

REQUISITI SOGGETTIVI:
A) giovani fino a 18 anni
B) studenti di scuola media superiore ovvero iscritti ai corsi di laurea triennale e quinquennale dell’ordinamento universitario nazionale fino a 25 anni;
C) pensionati di età superiore a 65 anni;
D) coloro che svolgono un’ attività lavorativa per la quale sono già tenuti al versamento dei contributi ai fini della previdenza obbligatoria ad una gestione diversa da quella per i lavoratori dello spettacolo.

 

shares
×

Ciao!

Grazie per la tua scelta di contattarci.
Clicca pure sul pulsante qui sotto per iniziare ed entrerai in collegamento con il nostro Whatsapp.

× Come posso aiutarti?