fbpx
Seleziona una pagina

Sharing is caring!

 Come di consueto, in questo periodo dell’anno, in Studio ci arrivano le varie richieste di delucidazione in merito al corretto comportamento per regalare il tipico omaggio alla propria Clientela in occasione delle festività natalizie.

 Piero, titolare d’impresa, chiede:

 Posso richiedere la fattura per acquistare i presenti da regalare? E Posso scaricarmi il costo?

 Devo riferire allo Studio qualcosa in merito ai presenti che intendo fare?

 Devo fare la fattura per i beni regalati?

 La cessione gratuita del bene ai propri Clienti e dunque l’omaggio con la funzione di fortificare il rapporto con il Cliente e migliorare l’immagine dell’Azienda è imputabile come spesa di rappresentanza deducibile dal reddito di impresa o del professionista.

 Quindi, caro Piero, quando acquisti i regali, chiedi la fattura!

 La misura della detrazione dell’imposta sull’acquisto degli omaggi è differente a seconda che il costo unitario del bene/servizio reso in omaggio ecceda o meno i 50,00 € e a seconda che l’omaggio rientri o meno nell’attività tipica dell’Impresa.

 Devi infatti ricordarti, Piero, che:

 Se l’omaggio con valore inferiore ad € 50,00 rientra nella tua attività di impresa (in via ordinaria commercializzi il bene che intendi regalare), potrai detrarti l’iva sull’acquisto, ma la cessione sarà soggetta ad IVA.

 Qualora invece l’omaggio non rientri nell’attività d’impresa e il costo unitario non ecceda i 50,00 € unitari per bene/servizio, potrai detrarti l’iva e la cessione non è soggetta ad IVA. 

 Non è ammessa la detrazione se l’omaggio è di valore superiore ad € 50,00, ma la cessione è comunque non è soggetta ad IVA.

 Quanto alla deduzione del costo, se di valore unitario è superiore ad € 50,00 (al lordo dell’IVA indetraibile), tali spese sono deducibili in percentuale differenti rispetto ai ricavi della gestione caratteristica.

 Quanto all’amico di Piero, Professionista lavoratore autonomo, il costo d’acquisto per gli omaggi è deducibile nel limite dell’1% dei compensi e proventi percepiti nel periodo d’imposta, a prescindere dal valore unitario dell’omaggio. È ammessa la detrazione iva per gli omaggi di valore inferiore a € 50,00, salvo la scelta di non detrarre l’iva sull’acquisto per non assoggettare ad IVA la cessione gratuita.

     

     Emanuela Greca Mameli

     

    shares