fbpx
Seleziona una pagina

Sharing is caring!


⚠️Fare “impresa” ai tempi del COVID19

Scriviamo questo articolo per mandare un messaggio positivo a tutte le aziende colpite dalla situazione attuale, ma lo scriviamo anche perché molte (e molti) Clienti con le loro azioni potrebbero dare
“indirettamente” dare una mano di aiuto ai tutti i loro Colleghi.


Ci riferiamo in particolar modo al settore dell’Estetica, il quale, come notiamo, malgrado i colpi subiti sta reagendo costruttivamente a questa crisi.
Parleremo al femminile e direttamente alle Nostre Clienti, Caterina, Francesca, Anna Paola e Arianna, ma anche a tutti coloro che leggono e che stanno dimostrando una forza e una Fantasia Imprenditoriale lodevole.


Tra le tante azioni che hanno messo in campo, vogliamo parlarvi di una in particolare.
Non si tratta di una invenzione o di una Novità commerciale:
Semplici Gift Card.

Quello di cui vogliamo parlare non è quindi il meccanismo commerciale del “prodotto”: diamo per esempio 100 € alla nostra estetista e lei rilascia un buono dello stesso valore spendibile anche da un altro soggetto, i classici regali natalizi (e non solo) sempre graditi!


Soffermiamoci sul motivo di tale scelta e sulla gestione fiscale della stessa.
Ora tutte quante hanno il salone chiuso:
❌Nessuna entrata (flusso di cassa pari a zero)
❌Nessuna liquidità per pagare i Costi Fissi
❌Incertezza totale sulla data di Apertura
❌Incertezza totale sui protocolli sanitari da seguire


❓Per arginare il problema al primo punto, è necessario rispondere alla domanda: Come faccio ad incassare per un servizio che non posso materialmente erogare e, possibilmente non essere tassato su
questa entrata che mi serve per sopravvivere imprenditorialmente?


��Noi non abbiamo LA risposta o le soluzioni migliori, date di apertura e certezze normative, ma vogliamo darvi il nostro contributo con questi piccoli consigli:
Se ricevi dei bonifici a titolo di gift card, carte regalo/credito ecc in questo periodo (e non solo) agirai nel modo seguente.
✅Non emetti fattura, l’operazione è fuori campo IVA
✅Stai ricevendo un “deposito” in denaro spendibile in futuro
✅Non è un’entrata imponibile IVA (per il momento)


Ipotizziamo che la nostra Cliente riceva € 100,00 a fronte di un buono regalo spendibile in futuro.
La Cliente “paga” l’IVA trimestralmente (il primo trimestre 2020 lo paga a maggio 2020, il secondo ad agosto ecc).
Ipotizziamo ora di riceverlo il 25 marzo.
Non essendo un’entrata imponibile, alla data del 18 maggio non ci sarà IVA da pagare.
Ipotizziamo quindi una riapertura il 10 giugno, la cliente della nostra estetista si reca nel salone il 20 giugno con il Buono e acquista servizi per € 120,00.
La nostra cliente IN QUEL MOMENTO emette uno scontrino elettronico di € 120,00 e riceve un Buono di € 100,00 e 20,00 € in contanti.

Solo in data 20 giugno la nostra Cliente ha emesso il corrispettivo e diventa debitrice di imposta per l’IVA incassata su 120,00 € ovvero per € 21,64.
Un incasso lordo di € 120 IVA inclusa, infatti, è pari a un imponibile di € 98,36 ( 120 / 1,22) pertanto l’IVA sul “BUONO” sarà pagata non a maggio ma ad Agosto, spostando così la scadenza del dovuto di ben 3 mesi, anche se il bonifico è stato ricevuto a marzo!


In questo modo hai un flusso di cassa oggi e stai rimandando il pagamento delle imposte!
Se invece le vendi un “pacchetto” definito, nel quale dettagli quali prodotti le stai includendo e quali trattamenti sta acquistando in anticipo, per esempio un massaggio con lo sconto del 30%, in questo caso si parla di ANTICIPAZIONE.
Tu stai ricevendo una somma di denaro in anticipo rispetto all’erogazione del servizio e questo determina l’avverarsi del cosiddetto “momento impositivo”, quindi sei obbligata a emettere fattura elettronica.
Il ricavo è imponibile IVA (diventi debitore di imposta e devi pagare l’iva che hai ricevuto).
Per esempio se vendi un pacchetto estetico a 69,00 €, dovrai emettere una fattura scrivendo nella descrizione i dettagli della vendita con i seguenti importi:
imponibile € 56,56
iva 22% € 12,44
Totale € 69,00


Al momento dell’erogazione del servizio non dovrai emettere ne corrispettivo ne fattura anche se avviene in un periodo di imposta differente.
Siamo a vostra disposizione per eventuali chiarimenti.
Grazie a tutti i Clienti e le Clienti che ci sostengono!

shares